Archivio del mese gennaio, 2016

DICEMBRE 2015

Pubblicato il11 gen 2016 da admin

MAGGIO 2016

Gli eventi descritti si sono avverati, non sono io a scegliere ma il destino, contattato da un balneatore di Roseto che vuole aprire una bella e grande scuola vela con tante barche a disposizione, uno spazio per rimessaggio, una corsia di lancio per le uscite e rientro in tutta tranquillità, un gommone per l’assistenza in mare e sopratutto tanta gentilezza e cortesia. Come non accettare? Non ho perso un minuto, trasferite le barche via mare e da una prima ricognizione sembra tutto perfetto, la scogliera è molto distante dalla riva, dando ampio spazio per le prime manovre, il fondale è sabbioso con gradevole pendenza, non ci sono avvallamenti pericolosi e sopratutto non ci sono buche (come al porto) Il mese di Maggio quasi passato, si è ripetuto con tempo incerto , annullando ancora una volta le belle primavere di qualche tempo fa, con i suoi profumi ed il cinguettio festoso delle rondini, le rondinelle con il petto bianco almeno da noi qui a Montone non si vedono più e nemmeno le lucciole. Ancora qualche giorno di pazienza. Ricordo per prenotazioni scuola vela tel 339 8247628. info@scuolavelaziopaolo.it oppure gaspabru@libero.it le lezioni sono sempre individuali e si possono personalizzare in base alle Vostre esigenze e nostre. Per il noleggio derive seguirà comunicazione.
Mio Nonno diceva a mio Padre ed io ripeto ai miei figli e ai miei nipotini ” Impara l’arte e mettila da parte” imparare ad armare e condurre un’imbarcazione a vela, conoscere venti predominanti, imparare i nodi più comuni utili anche a terra e come curare e prevenire il mal di mare, e tante altre cose, può risultare sempre utile nella vita. Vi aspetto.. ziopaolo

###  ###  ###  ###

Ultimo mese dell’anno, tempo di bilanci e previsioni.

maggio2015 514

Questo trascorso possiamo dire grazie alle buone condizioni fisiche, ho potuto ringraziando sempre Nostro Signore, poter navigare tantissimo sia con le derive che con i cabinati, la scuola vela, anche se con un leggero calo non è andata male, sei ragazzi/e e quattro adulti hanno frequentato il mio corso, imparando le prime regole base dell’andare a vela. La settimana in Croazia poi è stata veramente entusiasmante, un equipaggio di sei persone sconosciute, trovatesi subito a loro agio, con un tredici metri quasi nuovo, oltre al relax sia mentale che fisico i miei marinai hanno appreso tantissime nozioni per la conduzione di una barca a vela e tanta allegria a bordo, nonostante una settimana ricca di nuvolosi neri e temporali. Per il prossimo anno, sempre sperando in una buona salute, si propone l’incognita se spostare o no la sede attuale.

maggio2015 494

Pur trovandosi al centro del paese e da quattro anni che opero nella stessa zona dopo Cologna spiaggia, spostarsi e come ricominciare tutto da capo, però: gli scogli del molo Nord a pochissima distanza non danno molta sicurezza a chi non sa ancora andare, gli spazi per le barche sempre più ristretti, la vela non rende come un ombrellone, i cumuli di rifiuti di tutti i generi come contorno, non danno certamente l’immagine di una scuola vela, in questo ultimo anno le cose stanno migliorando, per coscienza devo dirlo. Inoltre, vedere l’indifferenza di decine e decine di ragazzi/e che preferiscono stare sotto l’ombrellone, al massimo giocare a palla o a racchettoni e non chiedere, solo qualcuno, in questi quattro anni, di venire a provare a fare un giro in barca, mi deprime e avvilisce, assumendomi tutte le responsabilità, forse di non essere all’altezza del compito che mi sono scelto.

Copia di maggio2015 477

Eppure, mi vedono issare le vele, prendere il largo, scorrazzare per ore e rientrare tutti i giorni con ragazzi/e, adulti, venuti da diverse regioni Italiane: Philippe dalla Francia, Alessandro e Mirco da Verona, Francesco da Varese, i più vicini, Elena da Roseto, Marco da Cellino, Pasquale l’unico residente a Giulianova. Ancora una volta non sarò io a scegliere, programmare, organizzare, creare di nuovo una vera scuola vela, ma saranno ancora gli eventi a guidarmi, non mollo e non mi arrendo fino a, quando avrò fiato. Credo nel futuro della vela forse riuscirò a vederla spero non dall’aldilà.

ziopaolo