Archivio del mese marzo, 2017

Primi di Marzo 2017

Pubblicato il20 mar 2017 da admin

Primi di Marzo 2017

Lezione teorica di vela, promossa dalla Federazione Italiana Vela e dal Circolo Velico Azzurra Roseto, effettuata a quattro classi per volta, otto classi in una mattina, prime e seconde dell’istituto….. Migliaia di libri per descrivere la vela, a noi devono bastare meno di quattro ore. Pazienza!!!
Gran confusione, poi sono riuscito a spiegare qualcosa della barca a vela, credo con pochissimi risultati, ha provato anche il segretario del circolo, ma invano. Alla mia richiesta: quanti di voi sono saliti su una barca a vela? Solo in due e addirittura a Policoro, e altre due nelle altre quattro classi, sempre femmine. Poi ho chiesto a quanti di voi piacerebbe imparare a condurre una barca a vela? Non ci crederete! In tutte le classi hanno alzato la mano in cinque, poi se ne aggiunta un’altra tutta timorosa ed incredula che si potesse avverare una cosa del genere; si sono divertiti facendo pratica dei nodi, che suscita sempre un poco più di interesse. Siamo a meno di cento metri dal mare e dal nostro circolo, vedere l’apatia, l’indifferenza, il non interessamento, anche dopo aver detto: che la vela oltre a risultati sportivi, oltre al puro divertimento, potrebbe divenire fonte di lavoro e di guadagno per il loro avvenire..
Ho notato invece l’interessamento dei docenti per il nostro progetto, sono sempre convinto che saranno gli adulti a portare i figli e i nipoti in barca, i ragazzi da soli difficilmente vengono, anche perché, non conoscendo e ritenendo il mare un pericolo, ostacolano e non incoraggiano. Potrebbero darci una grossa mano le televisioni che di vela non ne parlano mai, facendo vedere la bravura dei ragazzi impegnati in regate più o meno affollate (mille Optmist sul lago di Garda o a Crotone, cresciuta velicamente in questi ultimi anni). Offrendo loro delle barrette di cioccolato Kinder tra l’altro sponsor ufficiale FIV giovanile. Chi non conosce, per intenderci, “Capitan Findus”?: Questa richiesta fatta qualche tempo fa anche al vicepresidente,ora presidente FIV nazionale (tra l’altro compaesano) mi rispose: che era troppo costosa. Noi ci proviamo sempre, sono anni che vado nelle scuole, ancor prima che la FIV lo facesse, con pochi risultati, speriamo sempre nel futuro.
Un signore di Milano, che da qualche tempo mi telefona per venire a Giulianova o Roseto per fare un’uscita in barca, avendogli comunicato che non eravamo ancora pronti, mi ha letteralmente sommerso d’ingiurie: Che non vogliamo fare un c…o che siamo solo capaci di dire male degli altri ecc.ecc. Doveroso dargli pienamente ragione. Siamo dei pigroni, sentiamo freddo, usiamo la barca solo un paio di mesi l’anno e anche poco. Effettivamente sono veramente stanco, di persone che non fanno e non fanno fare, che tolgono il saluto solo perchè si è amico di quello o dell’altro, perché presuntuoso o incompetente, ricco o povero, di sinistra o di destra, insomma qualsiasi scusa è buona. I circoli e i marina, con cancelli sempre più alti e sicuri, letteralmente Chiusi e in totale solitudine. Stanco ripeto, di assistere a continui litigi per il potere, la poltrona, l’incarico, che poi appena ottenuto spariscono come per incanto e tutto continua come prima se non peggio, nella più completa desolazione. Ormai il mio tempo se non è scaduto manca veramente poco, ma vado ancora volentieri, fino a quanto avrò fiato ed energia, nelle scuole e nelle spiagge a predicare, che, lo sport della vela è uno sport sano, pulito, bello, dove il mare unisce e consolida le amicizie, si collabora e ci si aiuta, perché in mare, si può avere bisogno anche del peggior nemico. Ci riprovo, per i primi di Aprile tutti a veleggiare. ziopaolo. Buon vento o Vento largo come dice Pigi.