DICEMBRE 2018

Pubblicato il6 dic 2018 da admin

DICEMBRE 2018

Con i primi temporali di fine Agosto, come ormai di consuetudine,le spiagge si svuotano, i gestori iniziano a togliere sdraio ed ombrelloni, la nostra scuola vela non è andata tanto male, solo una leggera flessione sono venuti dalla Svizzera e addirittura dall’Australia e da tutta Italia con la collaborazione di Antonio Di Placido da Sulmona,che è diventato ormai aiuto Istruttore a tutti gli effetti, per il secondo anno consecutivo. Avere come allievo un signore che ha una barca nella baia di Sydney, per noi è stato un grande onore e privilegio; conosciuto mentre si preparavano le barche per la solita uscita con gli allievi. Finalmente, un Giuliese ha partecipato con successo ai nostri corsi.
Come di prassi il secondo sabato del mese di Agosto,si è svolta la regata in onore della nostra protettrice Maria S.S del Porto Salvo, giunta alla sua 17 ma edizione, organizzata dalla nostra sede con un bel numero di partecipanti, venuti anche da San Benedetto del Tronto capitanati dal grande Andrea Patacca, ho partecipato con un Comet 850.dell’amico Pietro,bellissima regata e naturalmente ottimo pranzo con la partecipazione del nuovo Parroco.Riportate le derive in sede dove passeranno l’invernate ma sempre con lo spirito pronto a rimetterle in mare in caso di riapertura della scuola vela.In programma la Barcolana di Trieste, purtroppo a malincuore è saltata,l’amico che mi aveva invitato ha dovuto anticipare la partenza ed io avevo un’importante visita medica da fare. Riuscita molto bene la regata Laser del 21 Ottobre ragazzi/e della IX zona Abruzzo e Molise hanno disputato una bella prova, con molto impegno, peccato una buriana in arrivo ci ha costretto ad un rientro precipitoso in porto,provocando una scuffia proprio all’imboccatura,una vela rovinata,ma tutto sotto controllo, pasta al forno della brava Gabriella per tutti e premiazione,mentre fuori diluvia.


Non è mancato il solito viaggetto in Croazia per riportare la barca portata da Roma a Spalato il mese di Giugno. In treno fino ad Ancona. poi l’imbarco, servizi e camera a mia disposizione, da arrivare a Spalato riposato e tranquillo,altro traghetto di circa un’ora per l’isola di Solta,da notare,la puntualità e precisione dei Croati con mezzi non certamente facili da manovrare. Ad attendermi puntuale l’amico Paolo con quattro allievi da portare a Trogir per lo sbarco, sosta alle Piscine, una baia bellissima con acqua super trasparente e fondali da meraviglie, dove abbiamo fatto un bel bagno e pranzato con spaghetti al tonno, lo sbarco degli allievi, già amici, è avvenuto con abbracci e ringraziamenti per la magnifica settimana trascorsa. La decisione di non voler più riportare la barca a Giulianova è avvenuta dopo aver cenato in un tipico ristorante e passeggiato nella sempre affollata ed accogliente cittadina Croata. E’ stato molto bello ripercorrere un tragitto di costa che non facevo da diversi anni, per raggiungere il posto dove lasciare la barca, meravigliato di come le cose sono cambiate in meglio,,nuovi marina con tanti posti barca, reception nuovissimi e super attrezzati, nuovi ristoranti e tanta assistenza e cordialità. A malincuore, ritorno in traghetto con peripezie per le mancate coincidenze. Bella anche la regata dei ragazzi della IX zona Optmist disputata l’undici Novembre,nelle acque antistanti Giulianova, organizzata dalla nostra sede con la collaborazione del Circolo Migliori, il poco vento,oltre a farci stare molto tranquilli, non ha concesso lo svolgimento completo delle tre prove in programma, ma soltanto una,i ragazzi in compenso si sono divertiti nonostante il duro lavoro per scaricare armare e poi rimettere sui grandi, per loro, carrelli.Riuscito molto bene anche il campionato invernale,quattro prove fatte con mare formato vento sostenuto e anche pioggia, mentre bonaccia per l’ultimo giorno. ottimi pranzi,circa centoventi persone, con tanta cordialità e bellissima premiazione con tanti premi, sono venute otto barche da Pescara e due da San Benedetto, ripeto, molte barche locali sono rimaste in porto per mancanza di equipaggi Ancora nessuna prenotazione per la scuola vela, mentre a San Benedetto si allenano i Laser e ragazzini/e su gli Optmist. Che dire! La speranza è l’ultima a morire. Buon vento o vento largo.a tutti. ziopaolo